Contatti aziendali

OPS S.r.l.
piazza Cinque Giornate, 6
20129 Milano
Tel. 02.40705812 (6 linee R.A.)corso preposti

Eroghiamo corsi in aula a Milano e Roma ed in azienda su tutto il territorio nazionale.


L’utilità della defibrillazione precoce


Oltre a quelli manuali, esistono i defibrillatori semi-automatici esterni (la cui sigla è DAE o AED, quest’ultima sta per Automated External Defibrillator), utili a praticare una defibrillazione precoce, anche, da parte di personale non medico. Attualmente questa pratica si presenta come l’unico possibile rimedio alla fibrillazione ventricolare, ovvero a un’alterazione del ritmo cardiaco, che porta a una cessazione dell’attività di pompa da parte del cuore e conseguentemente a un arresto cardio-circolatorio (ACC) nel paziente. Il DAE permette di far attraversare il cuore da una scarica di corrente elettrica continua, così da riequilibrare il suo ritmo e da rispristinare la sua attività contrattile spontanea. La probabilità di successo, però, diminuisce molto rapidamente con il passare del tempo, precisamente del 10 % al minuto. La defibrillazione precoce, quindi, è tanto più efficace quanto più velocemente viene praticata. Si può sopravvivere senza danni neurologici, anche, se viene effettuata dopo 6-10 minuti dall’arresto. In attesa del defibrillatore, un grande aiuto può essere fornito dalla rianimazione cardiopolmonare (RCP),che contribuisce al mantenimento delle funzioni del cuore e del cervello, ma non è affatto sufficiente a ripristinare un ritmo spontaneo del cuore. Intanto, la fibrillazione ventricolare può degenerare, nel giro di pochi minuti, in arresto completo del cuore (asistolia), conducendo il paziente alla morte. Spesso un arresto cardiaco può essere preceduto, anche, da una tachicardia ventricolare senza polso.


Sconto 20% compilando il modulo

RICHIEDI UN PREVENTIVO!